24/11/14

Devo smettere di bere!


Nelle orine
m'hanno trovato
tracce
di memoria.

20/11/14

Agli amici toscani

Un saluto da Venezia

17/11/14

confessioni

Per denaro sono disposto a tutto. 
Anche a lavorare.

L'immoralità del guscio*

La chela destra del granchio porro palpeggiava con gusto la piccola moleca, la trovava morbida, non fredda e spinosa come la granseola con cui aveva tentato da poco un accoppiamento, senza successo, ma più per dovere che per gusto. La piccola moleca invece era tenera, la chela del granchio porro la accarezzava silenziosamente, senza il solito snervante fruscio di esoscheletri. L'acqua tiepida dei meandri dell'isola lagunare, il lento movimento della sabbia che passava accarezzando le sue sei zampe e solleticandogli il ventre, il tiepido sole del primo autunno e la piccola moleca che si prestava alle sue attenzioni, scappando, zampettando di traverso, ogni tanto, per fare poi capolino da dietro un'alga.
Il granchio porro si crogiolava nell'acqua tiepida, riflettendo sull'immoralita del proprio guscio.


* Ispirato dal programma di dettatura Dragon,che, mentre rispondevo al telefono in lingua ceca ha continuato a scrivere, creando un'accozzaglia senza senso di parole, tra cui la sublime combinazione di "immoralità del guscio".
Non riuscivo quasi a carapacitarmene :)