24/11/14

Devo smettere di bere!


Nelle orine
m'hanno trovato
tracce
di memoria.

20/11/14

Agli amici toscani

Un saluto da Venezia

17/11/14

confessioni

Per denaro sono disposto a tutto. 
Anche a lavorare.

L'immoralità del guscio*

La chela destra del granchio porro palpeggiava con gusto la piccola moleca, la trovava morbida, non fredda e spinosa come la granseola con cui aveva tentato da poco un accoppiamento, senza successo, ma più per dovere che per gusto. La piccola moleca invece era tenera, la chela del granchio porro la accarezzava silenziosamente, senza il solito snervante fruscio di esoscheletri. L'acqua tiepida dei meandri dell'isola lagunare, il lento movimento della sabbia che passava accarezzando le sue sei zampe e solleticandogli il ventre, il tiepido sole del primo autunno e la piccola moleca che si prestava alle sue attenzioni, scappando, zampettando di traverso, ogni tanto, per fare poi capolino da dietro un'alga.
Il granchio porro si crogiolava nell'acqua tiepida, riflettendo sull'immoralita del proprio guscio.


* Ispirato dal programma di dettatura Dragon,che, mentre rispondevo al telefono in lingua ceca ha continuato a scrivere, creando un'accozzaglia senza senso di parole, tra cui la sublime combinazione di "immoralità del guscio".
Non riuscivo quasi a carapacitarmene :)

15/09/14

dobrý artikl


že by se stál trhákem?

24/08/14

nulla si perde


ma guarda un po' te dov'era finito...

05/06/14

Sulle tracce degli Illuminati di Boemia II

Questa è la foto di un interno di rovine di una chiesa gotica, nel cuore di Praga.

Questo luogo viene attualmente utilizzato dagli Illuminati per i loro riti a gloria dell'antico re delle fiandre, Gambrinus, e della divinità pagana slava, Radegast.

Non posso svelare pubblicamente come si svolgano questi riti, ne, tantomeno, dove si trovi esattamente questo luogo sacro, ben cosciente del fatto che per chi è Illuminato ciò non sarà certamente un mistero.

Sulle tracce degli Illuminati di Boemia

Inquietanti simbologie rammentano l'importanza avuta dalle sette segrete in questa città, uno dei vertici del triangolo nero (le altre sono Torino e Lione)
Ho deciso di raccogliere pian piano foto di questi segni.

Per esempio questa:


le palle lampanti sul Klementinum (possono rappresentare gli Illuminati, ovvvero il fuoco della conoscenza, la fine del mondo -metorite, o anche fastidiosissime infezioni veneree)

Ancora più inquietante è, però, una delle sculture meno conosciute della città, risalente al periodo pre-bellico all'ingresso di un palazzo in puro stile funzionalista, un'allarmante predizione sul futuro dell'umanità.

Questa scultura evoca il romanzo visionario di Karel Capek: RUR, il primo in cui si parla di Robot.
Sia la villa di Karel Capek che questa statua si trovano nel quartiere di Vinohrady.

- continua -

29/05/14

Ubriacarsi, ma con filosofia

Quante vi volte han discusso fino a mattina della critica della ragion pura

Che targa!

Credo sia l'unica targa dedicata ad una formula chimica... in prossimità, ovviamente, della casa di Faust
La targa dice:
In quest'edificio operò il chimico, prof. Fraz Hoffmeister (1850-1922) che previse il fatto che gli aminoacidi nelle proteine abbiano un legame peptidico e che, nel 1888, propose la serie di ionti liotropica (o di Hoffmeister)
ma questo, sicuramente, lo sapevate già

25/05/14

Stelle cadenti

Stanotte ho visto cader delle stelle.
Cinque.
O erano solo meteore?


24/04/14

Freccia Bianca

Le tracce di modernità del treno, veloce sui binari, con le sue prese a 230 V, mi consentono di passare il tempo scrivendo, mentre ascolto le conversazioni telefoniche ad alta voce dei vicini.

La vicina dalla sciarpa marrone, allarmata:
"Ma come, com'è successo? Come stai tu?"
Il giovanotto con tablet e I-Phone collegato con il cavetto all'orecchio:
"Ho anche altre opzioni, ovviamente, ma mi devi dire tu, cosa vuoi fare."
Sciarpa: "E' purtroppo normale. Un uomo. Come tutti"
Cavetto: "Ti interessa o non ti interessa? Dimmelo quanto prima, non ne ho più tanti, e ci sono molte richieste"
Sciarpa: "Che stronzo! Come fa a dirti questo?"
Cavetto: "Non è che sto cercando di farti fare scelte avventate, ma credo tu ne possa avere bisogno"
Sciarpa:""Ne sei certa? Secondo me, puoi stare anche un po' da sola"
Cavetto:"Non è che risolva tutti i problemi, chiaro, non fa il caffè e non stira, però è veramente carino"
Sciarpa: "Guarda cara, sono certa che non ne sentirai la mancanza, devi solo disintossicarti da lui"
Cavetto: "Era una battuta"
Sciarpa: "Mi hai fatto ridere, cara, ma non credo proprio che serva a qualcosa"
Cavetto: "Non sottovalutarne l'utilità, è difficile, oggi, farne senza."
Sciarpa: (ride decentemente)"Ma figurati, manco gratis"
Cavetto :"Beh, in effetti…"
Sciarpa: "ecco, vedi?"
Squilla un telefono, l'uomo in giacca blu, risponde silenzioso, poi, infastidito, alza la voce, ma riprende subito il controllo, per non farsi sentire da tutti: "Come sarebbe a dire, che mo, me lo fai vedere tu?"
Cavetto: "Beh, poi non dirmi che non te lo avevo detto"
Sciarpa: "e pensa che magari s'incazza pure"
Giacca, sibilando "ma sta a sentire questa"
Sciarpa, (ridacchia) "Sai che mi sembra quasi di vederlo"
Cavetto: "14 milioni di pixel!
Giacca "Ma senti questa che mi fa pure i conti in tasca mia"
Una signora dai capelli bianchi risponde dopo qualche squillo "Paoletta, indovina cosa ti porta nonna?"
Cavetto: "Guarda, come lo prendi in mano, te ne innamori"
Sciarpa: "Cara, non piangere, tanto è solo uno dei soliti maschi arrapati e basta"
Giacca; sibilando "sta vecchia zoccola"
Nonna:"Dai, non fare così, Nonna tra un po' arriva. Non fare il broncio."
Cavetto: "Va bene, se non lo vuoi, non fa nulla"
Sciarpa: "Non pensarci più"
Giacca: "Te ne pentirai, crediamme"
Nonna:" Un bacino in fronte, tesoro"
Giacca, spegne con stizza il telefono e sibila "Zoccola"
Sciarpa: "Non fare così, dai, ti voglio bene!"
Cavetto: "Ti capisco, ma credimi, è un peccato, non sai cosa ti perdi. Ciao"
Sciarpa:"Non ti perdi nulla. Un bacio"
Nonna::"Un bacio"
Il treno continua a sobbalzare sui binari, il rombo torna sovrano.

Dietro, lo squillo di un cellulare.

01/04/14

Ossimori (e anca ossi da morto)

Brunetta continua ad alzare la voce

24/02/14

14/02/14

Renzi

Renzi.
Finalmente uno che fa gioco di squadra.
E di compasso.
E di cazzuola...

02/02/14

In macchina con Beppe

Cosa farei in macchina da solo con Beppe Grillo?


Se guida lui, testamento!

23/01/14

Buone notizie

La suora sudamericana a Chieti ha messo al mondo un maschietto,
Finalmente un figlio di suora. Figli di puttana ce ne son fin troppi

20/01/14

no comment


furgone di carpentieri, lattonieri e posategole