14/11/17

Una generazione senza Mondiale

Bello il titolo del Corriere della Sera:

Ci sono tutti i presupposti perchè cresca meglio di quelle cresciute accompagnate dai mondiali di calcio, non ci vuole poi molto...

(David Černý, Entropa, particolare)

12/11/17

Paradossi

Mi rinfacciano l'esoticità del carciofo, pur essendo avezzi a cibarsi di questo:




10/11/17

I cavolorapofagi (kedlubnožrouty)


Andrew Babish, presidente supremo dell'Unione dei 3 continenti, amministratore delegato, unico proprietario della MonsagroFert, la società nata nella seconda metà del 21º secolo dalla fusione dei due monopolisti mondiali dell'agricoltura, il gigante Agrofert e la concorrente Monsanto, si materializzò in forma di ologramma nella sala ovale del consiglio di amministrazione, il celeberrimo "nido del condor", fatto costruire dal trisavolo sopra la piramide Maya del Machu Pichu, per l'occasione ribattezzato Tchapi Machu a spese dell'unione degli Stati indipendenti, di cui era  diventato dittatore unico.

Anche gli altri convitati erano solamente ologrammi, si sarebbero altrimenti resi conto del delicato aroma di wurstel affumicato che accompagnava le rare apparizioni di Andrew Babish. In realtà i consiglieri di amministrazione della MonsagroFert si erano collegati dai 150 palazzi presidenziali degli Stati di cui la MonsagroFert aveva, nel lontano 22º secolo, acquistato il debito sovrano, dopo portati bilanci statali in default, controllando i vari ministeri delle finanze.
"Gentili signori, eviterei i convenevoli, il motivo della convocazione urgente del consiglio di amministrazione della MonsagroFert è la preoccupazione destata dalle notizie degli ultimi giorni provenienti dai territori della nazione,  la Boemia Fert, dove ebbe origine la nostra società. Come saprete si parla di oramai migliaia di morti di cui i motivi rimangono sconosciuti. Sembrava un'epidemia, ma le analisi condotte tendono ad escludere la diffusione di virus mortali, così come anche la presenza di prodotti particolarmente inquinanti nell'aria o nell'acqua; il fenomeno, inoltre, si presenta "a macchia di leopardo" in tutto il territorio della nazione. L'unica caratteristica comune di queste morti è, e questo ci preoccupa particolarmente come MonsagroFert, il fatto che tutte le morti avvengano tra le 11 le 11:30 e tra le 16 e le 18, il che ci fa pensare che siano dovute a cause legate alla ristorazione. Per questo motivo richiedo il vostro intervento e la vostra attenzione, a salvaguardia della salute pubblica, della clientela e dell'elettorato, per studiare da vicino questo fenomeno e capire come mai questo si sviluppi solamente in un'area delimitata dell'Europa centrale. Dichiaro sciolta la riunione".
Gli ologrammi si smaterializzarono, nella grande sala ovale, unico testimone della riunione dei capi di Stato della quasi totalità dei paesi evoluti, rimase solo il sentore di wurstel affumicato, simile all’aroma proveniente dai banchetti che all'inizio del 21º secolo si trovavano di fronte alle fermate della metropolitana di Praga.

"Anche qui, ispettore, le cause della morte non sono assolutamente chiare", dice l'agente della scientifica guardando il corpo obeso steso, senza vita, sul divano, i pantaloncini corti che lasciano scoperto un indecifrabile tatuaggio sul polpaccio, le Crocs grigie ai piedi, la maglietta arancione dalla quale esce il turgido ventre; sul tavolo tre bottiglie di birra vuote, un sacchetto vuoto di patatine e delle scorza verde ramarro sul piatto, a fianco cinque rametti, nudi, dello stesso inquietante colore. "Sto provando una strana sensazione di deja vu. La scena della morte è la stessa, identica, a quella della settimana scorsa, in via dei Cappuccini, e anche a quella di 10 giorni fa, in via da Vinci, cambia solo l'età della vittima. Sono certo che anche qui il medico ci dirà che non si è trattato di infarto, nonostante le apparenze, e che non si riscontrano nel corpo tracce di avvelenamento."
"Ottimo spirito di osservazione, disse l'ispettore, il problema è che, se prendiamo in considerazione le morti misteriose dell'ultimo mese, ci troviamo di fronte anche alla morte di diverse donne, di diversa età, in circostanze del tutto diverse tra di loro. Forse, l'unico filo conduttore sono quelle strane bucce color ramarro, e quei… rametti, bastoncini, bacchette?… A proposito, avete scoperto di che cosa si tratta?"
"Non ancora, ispettore, ma abbiamo fatto dei passi avanti: in laboratorio hanno provato a ricostruire l'aspetto del… vegetale?… una sorta di palla, schiacciata verso il polo Nord e dall'aspetto di radice al Polo sud, di circa 12 cm di diametro ed otto di spessore. Quelle specie di bastoncini sono dei rametti che hanno origine nei punti in cui la scorza si fa più spessa, assumendo anche un aspetto appuntito. In tutti i casi si tratta di rametti della lunghezza di circa 20 cm, dai quali, ogni tanto, appare una fogliolina di colore più scuro. Stiamo compiendo delle indagini per capire di che vegetale si tratti, per ora stiamo solamente vagliando delle ipotesi, alcuni botanici da noi interpellati sono dell'opinione che si tratti di un tubero, anche se a noi sconosciuto, altri ritengono che si possa trattare di una rapa geneticamente modificata, forse a causa di esperimenti nucleari del passato. Ah, dimenticavo, c'è un altro filo unificante: le analisi genetiche hanno dimostrato che le vittime provengono dall'Europa Centrale." (to be continued?)



08/11/17

Deja vu

Oddio, Trotsky era Trotsky...



Ultima spiaggia

Trovatosi per caso nella spiaggia nudisti, si rese conto di quanto la situazione fosse surrenale.
Intanto dei bambini poveri, sulla battigia, costruivano castelli di scabbia.

07/11/17

Sul traghetto Grimaldi line Livorno-Palermo

 Un italiano che glielo hanno imparato bbuono proprio...

11/10/17

01/10/17

No, non  è la moto di Flash Gordon, è la OSA (la cugina polacca della Vespa, anche nel nome), più una moto carenata che uno scooter vero e proprio.
Un meraviglioso esempio di futuribile retro.
Si dice avesse il sistema di navigazione a galena

27/09/17

Tàngherate

Volea ballare il tango a Tangeri, il tànghero d’Alghéro, ma si comportò da tànghero d'Alghéro e non da tanghéro argentino con la tanghéra di Tangeri, tanto che il tanghéro tangerino prese a tàngherate il tànghero d’Alghéro. Angherie da  tànghero tangerino, più che da tanghéro argentino. 

23/09/17

ca22eggiando

Da adolescente soffrivo di fastidiose erezioni cutanee.

Grandi gli sforzi economici dell'Unione Europea per la riduzione della polluzione. In modo particolare di quella notturna.

Il sedicente critico d'arte era noto per le sue frequenti alzate di testa, tutte tristemente barzotte.